Tasse, giochi illegali, frodi. Così l'evasometro della Guardia di Finanza misura il «nero» in tutta Italia

Si chiama Geodas ed è il cervellone con cui le Fiamme gialle controllano in tutte le regioni il tax gap, ossia la differenza tra imposte dovute e non pagate. Con un obiettivo: arrivare a verifiche mirate sui veri evasori.

Lotta all'evasione, ma non solo. La Guardia di Finanza svolge un ruolo sempre più strategico nella tutela della spesa pubblica. Uno dei campi di intervento è rappresentato dalle frodi in agricoltura, per quanto riguarda l'indebita percezione di finanziamenti pubblici. Geodas permette di misurare la percentuale delle frodi scoperte sul numero di controlli. In base a questo indicatore situazioni molto critiche si registrano nelle regioni meridionali ma anche in Lombardia, Lazio e Toscana.

Pubblicazione: